Privacy Policy 50&Più Milano: venerdì 25 settembre COVID: “L’emergenza è finita ma… piccoli segnali da non sottovalutare” – Agenzia Data Stampa

50&Più Milano: venerdì 25 settembre COVID: “L’emergenza è finita ma… piccoli segnali da non sottovalutare”

Durante l’emergenza causata dalla diffusione della pandemia, nessuno aveva pensato alle conseguenze che poi si sarebbe trovato ad affrontare, non solo nel lavoro, ma anche nella vita di tutti i giorni. “Dov’è il cellulare? E gli occhiali?”, “Come si chiamava quell’amico che abbiamo incontrato questa mattina?”. “E il titolo di quel film che mi era piaciuto?” Over50 e non solo sembrerebbero aver perso la naturale capacità di concentrazione e di memoria. È cosi?

Se ne parlerà oggi a Milano venerdì 25 settembre, durante il convegno “L’emergenza è finita ma… piccoli segnali da non sottovalutare” organizzato da 50&Più Milano, l’Associazione degli Over50 di Confcommercio, con il supporto della dott.ssa Anna Renaldin di Assomensana, esperta nella valutazione delle funzioni cognitive, in occasione della XI edizione della “Settimana di prevenzione dell’invecchiamento mentale”.

“L’essere liberi da attività professionali – spiega la dottoressa – e privati della possibilità di muoversi adeguatamente, dovendo ridurre al minimo la vita sociale e di conseguenza l’attività mentale, ha causato nel post emergenza la sensazione di una perdita di lucidità; parrebbe che tutto il sistema cognitivo abbia subìto un rallentamento funzionale e una riduzione della flessibilità cognitiva, specie negli anziani”.

“Perché dunque abbiamo scelto questo tema?- evidenzia Maria Antonia Rossini, vicepresidente vicario di 50&Più Milano – Perché ci sembrava giusto ritrovarsi di persona per riattivare e aumentare quella socialità che la pandemia ci ha tolto. E perché era importante dare un segnale di ripartenza”.

Al termine del suo intervento, la dottoressa Renaldin proporrà un test gratuito per la valutazione delle funzioni cognitive che verrà eseguito nel rispetto delle regole sanitarie vigenti.