Privacy Policy

CRI, personale sanitario: ”Non sono un bersaglio”

Continua a crescere il numero delle aggressioni agli operatori sanitari, un fenomeno, ancora poco emerso, che desta grande preoccupazione. Se ne parlerà venerdì 15 febbraio, dalle ore 10 a Roma, presso lo Spazio Europa, Via Quattro Novembre, 149 (piano terra), in occasione del convegno “Non sono un bersaglio: il personale sanitario a rischio. Prospettive nazionali e internazionali”, iniziativa nell’alveo della Campagna della Croce Rossa Italiana che denuncia il costante intensificarsi di attacchi ai soccorritori nei teatri di conflitto in tutto il mondo, ma anche in “insospettabili” contesti come le città e le province italiane.   Prevista la partecipazione di: Beatrice Covassi, Alto Rappresentante della Commissione europea in Italia; Giulia Grillo, Ministro della Salute; Elisabetta Trenta, Ministro della Difesa; Vito Crimi, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Si affronterà il tema delle aggressioni nel contesto nazionale di ospedali, ambulanze e pronto soccorso con: Maria Paola Corradi, Direttore Generale ARES 118; Claudio Mare, Direttore Sanitario AREU; Roberto Trucchi, Presidente della Confederazione Nazionale delle Misericordie; Ruggero Razza, Assessore alla Salute Regione Sicilia; Michele Bonizzi, Responsabile Area Salute Croce Rossa Italiana.  Per il contesto internazionale: Els Debuf, Vicecapo di Delegazione del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR), Delegazione Regionale a Parigi; Younis Kathib, Presidente Mezzaluna Rossa Palestinese; Raquel Codesido, Delegata Medico del CICR in Yemen.  Chiuderà i lavori Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana e Presidente della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. Il convegno gode dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica ed è sotto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Salute, del Parlamento Europeo, di Spazio Europa e della Commissione Europea.

,