Privacy Policy

Economia: lo scenario internazionale

Il vigoroso ciclo di crescita della Germania, il più lungo dal 1991 post-riunificazione segnato da 15 trimestri consecutivi in rialzo, inizia a mostrare segni di un leggero affaticamento. Nei primi tre mesi del 2018l’economia in Germania è cresciuta dello 0,3%, la metà rispetto allo 0,6% dell’ultimo trimestre nel 2017, ha detto ieri Destatis, l’istituto di statistica federale. L’avvio del 2018 è risultato lievemente inferiore alle attese prevalenti degli analisti, che davano lo 0,4%, ma il rallentamento rispetto all’ultimo poderoso semestre del 2017 era previsto, un tale ritmo di crescita non era più considerato “sostenibile”. La Germania ha confermato così ieri quello che molti si attendevano, di aver toccato il picco di crescita e di mostrare ora una moderazione. Intanto sul fronte USA – Iran,  a complicare il quadro le nuove sanzioni annunciate dagli Usa contro il governatore della Banca centrale iraniana mentre Mosca non esclude che la stessa Teheran possa uscire dall’accordo dopo il ritorno delle sanzioni americane. Esattamente quello che gli europei vogliono evitare.

,