Privacy Policy

Germania, torna la grande coalizione

“Rivolta contro Schulz guidata dal leader dei giovani del partito Kühnert. Decisione entro il 21. L’altolà degli alleati: «Gli accordi non si cambiano»”. L’avevano data per spacciata dopo le elezioni del 24 settembre e il fallimento della trattativa per la formazione del governo con Liberali e Verdi a novembre. Invece Angela Merkel si è ripresa la scena, concludendo un laborioso negoziato con la Spd per una nuova grande coalizione che dovrà guidare la Germania nei prossimi quattro anni. Non siamo ancora alla fine della corsa per la costituzione del nuovo esecutivo a Berlino, ma sulla base delle ventotto pagine di pre-accordo sottoscritte all’alba di venerdì da Cdu-Csu e Spd il traguardo è più vicino. Schulz dovrà spiegare ai suoi compagni, molti dei quali diffidenti o contrari a una nuova alleanza di governo con Merkel, le ragioni per le quali ha cambiato idea. Kevin Kühnert, presidente dei giovani della Spd: «Nelle 28 pagine dell’intesa non c’è una riga dedicata alla generazione del precariato, alla mia generazione, ai milioni di giovani precari”.

,