Privacy Policy

La Fed alza i tassi

Come previsto, la Federal Reserve – ha alzato i tassi di interesse. Il costo del denaro sale in una forchetta fra l’1,75% e i12,00%. Si tratta della seconda stretta dell’era Jerome Powell e della settima dal 2015, quando la banca centrale americana ha iniziato il ciclo di rialzi dopo la crisi finanziaria. La banca centrale statunitense si aspetta ancora un rialzo “graduale” del costo del denaro, ma ha portato da tre a quattro gli interventi previsti nel corso di quest’anno. Riviste al 2,8% le stime di crescita del Pil, un decimo di punto al rialzo. Intanto la Bce si prepara con cautela alla fine del Quantitative easing. Oggi il consiglio direttivo, riunito a Riga, discute per la prima volta come e quando avviare la fine del programma di acquisti. È probabile che non venga fissata una data inderogabile, anche alla luce dei dubbi sulla crescita e dei rischi di turbolenze improvvise e destabilizzanti come la guerra dei dazi. Ieri Sono stati collocati 5,6 miliardi di Btp, con scadenze a a 3, 5 e 30 anni..Domanda elevata ma i tassi salgono di 100 punti base sulle emissioni di maggio.

 

,