Privacy Policy

Monitoraggio scenario Green dal 7 al 13 giugno: è virale la nuova Guida Blu dedicata al “Mare più bello”

mareAnche questa settimana, la divisione web e social di Data Stampa rivela le news più virali dello Scenario Green tra gli utenti italiani. Grazie al quotidiano monitoraggio attraverso il sistema PicoWeb, emerge che ai primi tre posti delle notizie che hanno raccolto più azioni di engagement da parte degli utenti del Belpaese risultano la Nuova Guida Blu dedicata al “Mare più Bello”, il Cile pronto ad investire nella prima Metro ad energia rinnovabile, e il World Oceans Day.

Legambiente e Touring Club Italia hanno assegnato le famigerate 5 Vele stilando l’annuale classifica delle località al top, in Italia, per quanto concerne il turismo balneare. Classifica molto attesa dagli internauti italiani, a giudicare dalle oltre 20 mila azioni di engagement raccolte in pochi giorni dalle testate online che hanno trattato l’argomento. Massimo dei voti, e di vele conquistate, per ben 19 località marine e 7 lacustri, premiate non solo per l’eccellenza dal punto di vista naturalistico, ma soprattutto per la buona gestione del territorio, i servizi d’eccellenza, la manutenzione dei centri storici, l’offerta enogastronomica di alto livello. La guida al “Mare più Bello” descrive oltre 300 centri costieri selezionati dall’Istituto di ricerca Ambiente Italia sulla base delle analisi delle acque effettuate da Goletta Verde, i dati raccolti dai circoli locali di Legambiente e quelli elaborati da diverse banche dati sulla gestione dei servizi territoriali e turistici.

Circa 7 mila azioni di engagement sono andate alla notizia dell’avvio dei lavori, a Santiago del Cile, per la costruzione della prima metro alimentata totalmente da energia green. La nuova linea, la sesta per la capitale cilena, entrerà in funzione a pieno regime nel 2018 e riceverà energia da impianti situati nel deserto di Atacama e nell’area costiera di San Juan de Aceituno. L’imponente progetto vede coinvolte aziende multinazionali da sempre famose per le strategie di estrazione di idrocarburi e combustibile fossile: un significativo passo avanti a testimonianza dell’impegno concreto ad investire in energia rinnovabile e in progetti a lungo termine approvati dal Governo tramite gare internazionali.

Gli Oceani coprono tre quarti della superficie Terrestre e garantiscono la sopravvivenza ad oltre 3 miliardi di persone. Più che doveroso dedicare ad essi una Giornata Mondiale, l’8 giugno, divulgando dati e filmati che ne illustrino le incredibili ricchezze e, purtroppo, lo stato di abbandono: oltre al riscaldamento globale e allo sfruttamento senza freno delle risorse ittiche, l’ONU e Greenpeace lanciano l’allarme plastica. Circa 5 mila azioni di engagement sono state raccolte in poche ore dalle fonti online e dai video che, oltre a citare l’importante ricorrenza, mettono in evidenza numeri davvero raccapriccianti: la mole di plastica gettata in mare è quantificabile in circa 1,09 milioni di chili ogni ora; 8,8 milioni di tonnellate ogni anno.