Privacy Policy

Nel Pd si allarga il fronte anti Renzi

L’operazione ribaltone è in campo, il problema è che i “congiurati” remano senza un briciolo di sincronia. «Dopo questa sconfitta è impossibile fare finta di nulla – detta la linea ai suoi Andrea Orlando – Matteo deve capire che così si perde. Dobbiamo allargare il centrosinistra, individuando una figura capace di unire la coalizione». Ha in mente Paolo Gentiloni, anche se il diretto interessato non ha alcuna intenzione di “sacrificarsi”. La spalla ideale del piano sarebbe Dario Franceschini, che però nel day after della disfatta chiama Renzi per avvertirlo di quanto dirà per smarcarsi: «L’accordo con i bersaniani è ineludibile, oppure saremo destinati alla sconfitta. Ma nessuno mette in discussione la leadership del segretario». Solo il segnale di un padre nobile del Pd, a questo punto, potrebbe spostare davvero gli equilibri. Tutti attendono un cenno di Walter Veltroni, che stasera presenterà il suo libro a “Cartabianca”. E che coltiva un legame sempre più stretto con l’altro vero “indiziato” per un’eventuale staffetta alla guida del centrosinistra: Marco Minniti. Tessere una tela attorno al Nazareno, per costringere il segretario all’alleanza con Mdp e sfilargli anche la pettorina da candidato premier: questo è il sogno degli antirenziani di vecchio e nuovo conio.   «Chi oggi attacca il leader eletto alle primarie, chi attacca il Partito democratico fa il più bel regalo a Grillo e Berlusconi», dice Renzi nel corso della sua giornata fiorentina, prima di sbarcare a Roma in treno quando è già sera. Per sicurezza, per non trovarsi spiazzato, ha sondato il terreno nel Pd. Ha avuto un lungo colloquio telefonico con Dario Franceschini, che era in missione a Londra. Per garantirsi un livello di offensiva moderato, non dirompente da parte di chi è convinto che la tattica renziana sia un suicidio per il centrosinistra. Insomma, la telefonata serviva a capire quanto il ministro della Cultura avrebbe spinto in direzione di un “golpe” interno. Ha ottenuto alcune garanzie.

,