Privacy Policy

Primo Piano, economia: Lega-M5S, scontro su ecotassa

Alla prima comparsata televisiva del mattino Matteo Salvini sconfessa il sistema di bonus-malus sulle emissioni delle auto: «Se si vuole aiutare chi ha auto elettriche o ecologiche bene, ma senza penalizzare quelle a benzina o diesel. Il settore è già tassato a livelli folli».  «Con me, con il sostegno della Lega non passerà mai», avverte Matteo Salvini, che evidentemente non si accontenta della promessa di Luigi Di Maio pronto a «migliorare» la norma che, a oggi, penalizza l’acquisto di auto definite inquinanti, comprese le utilitarie più vendute in Italia, come la Panda o la 500, per favorire elettriche o ibride. Per coprire l’ennesimo caso su una misura impopolare il bombing mediatico si sposta poi su qualcosa di più spendibile: le cosiddette pensioni d’oro. Poco importa se si tratta dell’ennesima questione divisiva: nel governo giallo-verde quel che conta è distinguere chiaramente i due colori. Di Maio annuncia tagli «fino al quaranta per cento» agli assegni più alti, la Lega fa sapere che «sui numeri si vedrà in Senato», quando l’emendamento dovrebbe essere introdotto.

,