Privacy Policy

Primo Piano, economia: reddito di cittadinanza

Repubblica: reddito di cittadinanza solo agli italiani. Lo assicura il ministro del Lavoro Luigi Di Maio. Ma le bozze del decreto legge che istituirà la misura bandiera dei Cinque Stelle lo smentiscono. Il sussidio andrà anche ai cittadini dell’Unione europea. E anche ai «cittadini di paesi terzi» che hanno sottoscritto convenzioni bilaterali di sicurezza sociale. E ora le pulsioni sovraniste della Lega, in accelerazione alla vigilia del varo in Consiglio dei ministri del provvedimento, spingono Di Maio a un ripensamento. Il requisito minimo per ottenere il beneficio potrebbe salire a 10 anni di residenza. Così la spesa di 1,6 miliardi scenderebbe di molto. Intanto iI sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon, dice che verrà costituita una «task force» con l’Inps per far fronte alla valanga di domande che arriveranno non appena il decreto legge sarà approvato (tra una o due settimane). Spazio anche alla previdenza, Il Messaggero: per gli statali che lasceranno in anticipo il lavoro utilizzando lo scivolo di Quota 100, la buonuscita verrà pagata soltanto al momento in cui matureranno i requisiti previsti dalla legge Fornero, ossia una volta raggiunti i 67 anni. È una delle norme inserite nel decreto legge per la riforma delle pensioni. Mentre sul Fatto si trovano le 36 decisioni gialloverdi: le giuste e le sbagliate. Dal decreto Vaccini alla manovra, un primo bilancio della “fase 1”.

,