Privacy Policy

Primo Piano, economia: Tria sempre più isolato

Lo aspettano al vertice, l’ennesimo sulla manovra. Ma Tria è già lì un paio d’ore prima e si chiude in riunione con il Ragioniere generale dello Stato, Daniele Franco e il capo del governo, Giuseppe Conte. Quando il vertice comincia, di lui non c’è più traccia. Il premier Giuseppe Conte è tranquillo: «Di lui non c’era bisogno», fa sapere. Luigi Di Maio conferma: «Tria assente? Si parlava di emendamenti». Tria evita il faccia a faccia con i due vicepremier, che con la nota di domenica scorsa, affidando la trattativa in Europa al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, avevano voluto esautorarlo ancora. Il ministro dell’Economia, considerato troppo cedevole, è stato mandato alla riunione dell’Eurogruppo a Bruxelles a mani nude. Senza un mandato, senza la fiducia dei leader della maggioranza che sostiene il governo. Il ministro si sta facendo delle domande e non fa mistero di sentirsi messo da parte.

,