Privacy Policy

Primo Piano, economia: vertici Bankitalia

Potrebbe finire come una tempesta in un bicchier d’acqua, con la conferma del vicedirettore Federico Signorini, la querelle sul rinnovo dei vertici di Banca d’Italia. Dopo aver detto nel fine settimana di volerli “azzerare”, il vicepremier Matteo Salvini ha compiuto una disinvolta retromarcia, lasciando i panni da campagna elettorale per indossare quelli istituzionali e associarsi a chi difende l’indipendenza della banca centrale. A favore di questo principio, al fianco di Tria, si sono schierati i ministri dell’Eurogruppo e il presidente Centeno, il vicepresidente della Commissione Ue Dombrovskis e il commissario Moscovici. Il sottosegretario al Mef Alessio Villarosa (M5S): “Rispettiamo prassi ma liberi di chiedere l’azzeramento”. Sempre l’Ue è pronta a bocciare le modalità per risarcire i risparmiatori truffati: sono aiuti di Stato.

,