Privacy Policy Primo Piano, politica estera: crisi del Mediterraneo e appello per Vaccini Covid per tutti – Agenzia Data Stampa

Primo Piano, politica estera: crisi del Mediterraneo e appello per Vaccini Covid per tutti

Non si ferma la strage del Mediterraneo. Ieri un altro naufragio ha causato la morte di almeno 74 migranti tra cui donne e bambini, al largo di Khums, in Libia. I 47 sopravvissuti sono stati portati a riva dalla Guardia costiera libica e da pescatori. E ancora: altri 20 morti, sempre nella stessa zona con solo tre donne salvate dai pescatori e poi assistite da Medici senza frontiere. «Sono sotto choc, hanno visto i loro cari sparire tra le onde». Tragedie che portano, per l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, il numero dei morti nel Mediterraneo ad almeno 900 dall’inizio dell’anno. Tra loro Joseph, della Guinea, che al mondo ci era venuto solo da sei mesi. Nel mentre, Emmanuel Macron torna a battersi per garantire ai Paesi più poveri un accesso al futuro vaccino contro il Covid: «Non si vincerà contro il virus abbandonando una parte dell’umanità». A pochi giorni dall’annuncio dell’americana Pfizer e della tedesca BioNTech, il leader francese annuncia lo stanziamento di altri 430 milioni di euro per i progetti Act Accelerator e Covax, lanciati a primavera scorsa con Oms, Commissione europea, fondazione Bill e Melinda Gates, per finanziare l’acquisto e la distribuzione del futuro vaccino nel sud del mondo. Nel corso del Forum per la Pace, vertice creato due anni fa a Parigi per rilanciare il multilateralismo, disertato anche quest’anno dall’amministrazione Usa, Macron ha insistito sulla necessità di muoversi uniti nella gestione della pandemia. «La nostra arma migliore è l’efficacia collettiva», ha ribadito il leader francese. «Nessun Paese è salvo da solo», gli ha fatto eco la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, ricordando lo sforzo dell’Ue per prenotare le prime dosi e aumentare le capacità di produzione delle case farmaceutiche. «Se c’è una lezione da imparare dall’attuale situazione è l’importanza di una reale collaborazione internazionale», ha detto Giuseppe Conte, in un messaggio video

,