Privacy Policy Primo Piano, politica estera: David Sassoli presidente Parlamento Ue – Agenzia Data Stampa

Primo Piano, politica estera: David Sassoli presidente Parlamento Ue

All’indomani di un sofferto vertice europeo tutto dedicato ai prossimi vertici comunitari, il Parlamento europeo ha eletto ieri il suo nuovo presidente, sulla scia del voto di maggio. È il deputato socialista italiano David Sassoli che presiederà l’emiciclo per due anni e mezzo, fino al gennaio 2022. Nel frattempo la presidente designata della Commissione europea Ursula von der Leyen si è recata ieri a Strasburgo per presentarsi ai deputati. La sua elezione a metà luglio non sarà facile. Ex giornalista televisivo e deputato europeo dal 2009, David Sassoli, 63 anni, ha ottenuto al secondo scrutinio 345 suffragi su un totale di voti validi di 667. L’elezione del deputato italiano scombussola per molti versi le speranze dei governi europei. In un vertice che si è prolungato per tre giorni, da domenica a martedì, i Ventotto si sono messi d’accordo per un pacchetto di nomine al vertice dell’Unione che prevedeva l’elezione alla guida del Parlamento europeo di un socialista proveniente da un paese dell’Est Europa. Così di nuovo un italiano su questo delicato e prestigioso scranno. Ci sono voluti due turni di votazione per eleggerlo. Un passaggio di consegne tutto italiano, quindi, con Antonio Tajani, alla guida dell’Assemblea dal 2017 e da ieri capodelegazione di Forza Italia nel Ppe. Sassoli ha incassato il sostegno del Ppe (anche se FI ha votato scheda bianca) e dei liberali di Renew Europe, come dagli accordi della vigilia e dall’intesa raggiunta dal Consiglio Ue sui cinque top jobs, che ha attribuito la guida della Commissione alla popolare tedesca Ursula von der Leyen, la Bce alla francese Christine Lagarde e ai socialisti il Parlamento Ue.

,