Privacy Policy

Primo Piano, politica estera: il TurkStream è quasi pronto

Il TurkStream è quasi pronto. Erdogan e Putin hanno celebrato a Istanbul il completamento del tratto sottomarino del gasdotto che presto porterà in Turchia 31,5 miliardi di metri cubi di metano russo attraversando i fondali del Mar Nero per 930 chilometri. Le mire di Mosca non si fermano però di certo ad Ankara. Il TurkStream, che inizierà le prime forniture il prossimo anno, ha infatti un enorme valore strategico e il Cremlino vuole prolungarlo fino all’Europa meridionale in modo da aumentare la dipendenza energetica dell’Ue dalla Russia e bypassare l’Ucraina, con cui è in pessimi rapporti. Ci riuscirà? Tutto dipende dalla sfida in corso tra Usa, Russia e Unione europea per il futuro economico e politico del Vecchio Continente. L’alternativa del Tap Putin ha promesso che il TurkStream «diverrà un elemento importante della sicurezza energetica europea».

,