Privacy Policy

Primo Piano, politica estera: Israele, Bibi alla sbarra

Quando entra nell’aula 317, Benjamin Netanyahu diventa il primo capo di governo nella Storia di Israele a doversi presentare in tribunale mentre è in carica. Da dietro la mascherina — obbligatoria in tempi di Covid-19 — risponde «si» quando i giudici gli chiedono se abbia letto le accuse di corruzione, frode, abuso d’ufficio nei tre diversi casi, catalogati dagli investigatori 1000, 2000, 4000. Se davanti ai giudici il premier pronuncia solo un monosillabo, è fuori dalla corte distrettuale che tiene un comizio: “Non c’è stato limite ai tentativi di abbattermi per abbattere il governo di destra. Entro a testa alta, le accuse contro di me sono ridicole”. “Pensavano che mi sarei piegato, – aggiunge il premier – che mi sarei accucciato come un cucciolo impaurito, ma io non sono un cucciolo. E questo processo, pieno di impicci e falsificazioni, dovrete trasmetterlo tutto in diretta, da capo a fondo, perché la verità sia ristabilita»

,