Privacy Policy

Primo Piano, politica estera: migranti

Raccoglie consensi ma anche qualche critica il piano per un’azione europea sulle migrazioni che il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi esporrà oggi a Bruxelles. Di certo bisogna agire in fretta, visto che a Lampedusa non si fermano i “mini-sbarchi”: ieri altri due scafi, partiti dalla Tunisia, sono approdati con 21 migranti a bordo. “Piano apprezzabile quello di Moavero – lo definisce Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di FI – ma rischia di essere l’ennesimo libro dei sogni: di zone franche vicino ai Paesi di partenza dei migranti, di corridoi legali e di riforma del regolamento di Dublino si parla inutilmente da anni”. Il presidente della Comunità di Sant’Egidio, Marco Impagliazzo, sembra invece riporre più fiducia nella risposta Ue a quel che dirà Moavero al Consiglio Affari Esteri. Anche da M5S e sinistra giungono voci favorevoli. Ma la Lega insiste: aiutiamoli a casa loro. Berlino è in linea con la Farnesina: “Alleanza Ue per i rifugiati”. Ma l’Austria la boccia subito.

,