Privacy Policy

Primo Piano, politica estera: Nato, scontro Macron-Trump

I britannici hanno fatto di tutto per tenere basso questo vertice Nato: con una campagna elettorale in corso, meglio non correre rischi di distrazioni. Ma ci ha pensato come sempre Donald Trump a scompigliare i piani e a lanciare i fuochi d’artificio. Prima della cena di ieri a Buckingham Palace e della sessione formale di oggi a Watford, dagli incontri e dalle dichiarazioni dei leader sono emersi forti divisioni e contrasti nell’alleanza militare euroamericana nata nel 1949 per fare argine alla minaccia sovietica. In primo piano, in particolare, le tensioni tra il presidente americano Donald Trump e quello francese Emmanuel Macron, e tra quest’ultimo e il presidente turco Recep Tayyp Erdogan; più in generale, le divergenze sui finanziamenti e le priorità militari si coniugano al legame instaurato da Trump tra questioni di difesa e problematiche commerciali nel portare sotto i riflettori lo stress di un’alleanza che pure sancirà oggi l’apertura a nuove sfide: dalle prime discussioni sulle conseguenze dell’ascesa della Cina alla probabile inclusione dello spazio come quinto settore di operazioni.

,