Privacy Policy

Primo Piano, politica estera: Venezuela, Roma non riconosce Guaidò

«Siamo delusi dalla posizione dell’Italia riguardo il riconoscimento di Guaidó come presidente ad interim». E’ molto diretto il rappresentante speciale degli Stati Uniti per il Venezuela, Elliott Abrams, quando esprime questo giudizio sulla linea scelta da Roma. E’ più conciliante invece col Vaticano, che «forse nel tempo avrà un ruolo più ampio da giocare». Abrams è la persona che il presidente Trump ha scelto per gestire la transizione pacifica verso la democrazia. Lo incontriamo nel primo briefing tenuto con i giornalisti stranieri, e gli chiediamo cosa pensa della linea scelta dal nostro governo: «Siamo delusi dal fatto che l’Italia non si è unita a 24 Paesi dell’Unione Europea su 28, credo, nel riconoscere Juan Guaidó come presidente ad interim. Speriamo che le continue dispute, e le discussioni ancora in corso, portino ad un certo punto a quella che noi vedremmo come una decisione migliore, unendosi a così tanti partner di Roma in Europa. Noi pensiamo che questa sarebbe la scelta giusta da fare».

,