Privacy Policy

Primo Piano, politica interna: Concorsi alla Camera, Fico ai deputati M5S: «Non partecipate»

 “I parlamentari non si presentino a quel concorso e non si candidino a quelli che saranno deliberati”. Dopo giorni di polemiche arriva l’invito del presidente della Camera Roberto Fico in vista delle selezione per i 30 consiglieri di Montecitorio che partiranno a gennaio con le prove a quiz, senza dimenticare gli altri 8 da assumere tra architetti, ingegneri e informatici. Concorso durissimo tra quiz, sei prove orali e colloqui finali, per chi ci arriverà: 15 mila gli iscritti alla selezione generale, 2mila a quelle tecniche. Secondo gli spifferi che girano a Montecitorio, sarebbero appartenenti ai Cinque Stelle gli onorevoli che si sono iscritti al concorso. Il tema è stato affrontato ieri nel corso dell’ufficio di presidenza di Montecitorio, anche perché la stessa Camera ha varato un altro concorso per 50 posti da assistente parlamentare. Come evitare l’imbarazzo di veder partecipare dei deputati? Per Edmondo Cirielli e Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia la strada era soltanto una: impedirlo. «Siamo di fronte ad un grave atto che copre un comportamento politicamente immorale e giuridicamente sconcertante. L’ufficio di presidenza, in piena autonomia e utilizzando l’autodichia, avrebbe potuto tranquillamente introdurre una norma che escludesse dalla selezione i parlamentari in carica», hanno denunciato i due deputati FdI, che avrebbero voluto anche che la questione venisse messa ai voti.

,