Privacy Policy

Primo Piano, politica interna: guai giudiziari Lega

Un ordine di rientro di 3 milioni di euro dal Lussemburgo, a poche settimane dal sequestro di una somma uguale dai conti della Lega, ha fatto scattare le verifiche nel Granducato dei magistrati genovesi che indagano sulla sparizione di 46 milioni dei fondi del Carroccio. Perché l’operazione gestita dalla Sparkasse di Bolzano appare pianificata per dare ossigeno alle casse del partito e questo dimostra, secondo l’accusa, che i soldi potrebbero essere stati portati all’estero proprio per essere occultati. Si ipotizza il coinvolgimento di fiduciarie e banche, ma anche di fondazioni per il transito delle risorse: tra esse la “Più Voci” del costruttore romano Luca Parnasi. Intanto un nuovo maremoto giudiziario rischia di abbattersi su Matteo Salvini, in merito ai provvedimenti con cui il suo dicastero ha proibito gli sbarchi sul territorio italiano di immigrati africani. Oltre all’indagine della Procura di Palermo, anche i pm della Corte dei Conti del Lazio avrebbero aperto un fascicolo per danno erariale sulla base dell’esposto presentato lo scorso 23 agosto dall’associazione “Possibile”.

,