Privacy Policy

Primo Piano, politica interna: il Pd risale nei sondaggi

Un anno dopo il voto e nove mesi dopo l’avvio del governo Giallo-Verde, le opinioni politiche, in Italia, sono cambiate profondamente. Ma non nell’ultimo periodo. Il sondaggio dell’Atlante Politico di Demos per Repubblica, infatti, presenta alcune tendenze già emerse e alcune novità. Tra i segnali di continuità, il rovesciamento dei rapporti di forza fra i partiti al governo. La Lega, infatti, nelle stime di voto, ha raggiunto il 34,4%. Praticamente, il doppio rispetto alle elezioni del 4 marzo 2018. Mentre il M5S scende al 23,2%. Insieme, salgono di oltre 7 punti e raggiungono quasi il 58%. Salvini è il leader con il gradimento più alto mentre Di Maio arretra. La fiducia verso il governo e verso il premier mantiene un livello molto elevato: 54%. Il Pd, dopo le Primarie, ha ripreso quota. E visibilità. Secondo il sondaggio di Demos, ha raggiunto il 19%. Il risultato più alto, dopo le elezioni di un anno fa. E, anzi, perfmo superiore, rispetto ad allora. Intanto arriva la notizia che alle Europee Giuliano Pisapia ci sarà. Anche il ruolo è delineato. Nicola Zingaretti ha già disegnato per l’ex sindaco di Milano il «vestito» da capolista del centrosinistra nella circoscrizione di Nord-Ovest. A convincere «Giuliano» è la portata della sfida di maggio, troppo importante per tirarsi indietro: «Le prossime elezioni rappresentano un momento decisivo per il futuro. Si confronteranno visioni opposte dell’Europa e del nostro Paese, per questo credo sia necessario impegnarsi». Il nuovo segretario pd commenta via tweet: «Ricostruiamo una speranza per cambiare questa Europa, con la passione e l’impegno civile di Giuliano e di tante altre persone».

,