Privacy Policy

Primo Piano, politica interna: Mes e personalismi

A una settimana dal vertice europeo del 23 aprile le posizioni sul Mes, il fondo salva-Stati, restano lontane tra Pd e M5S. Il Movimento ribadisce il no al prestito di 37 miliardi, mentre il Pd si chiede perché non usarli. Maggioranza divisa, così come l’opposizione, con Matteo Salvini e Giorgia Meloni che contestano il fondo e il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi che ribadisce il sì, anche se fa pace via telefono con il leader leghista, che attacca il premier: «Chi va a Bruxelles senza il voto del Parlamento è fuorilegge». E anche sul Colle, racconta chi conosce le cose del Quirinale, i dubbi sulle ultime mosse del premier inizierebbero a farsi strada. Non è un segreto che molti abbiano letto in questo senso la nomina di Vittorio Colao a capo della task force che dovrebbe occuparsi della cosiddetta «fase due»

,