Privacy Policy

Primo Piano, politica interna: sale la tensione dopo voto Abruzzo

Sale la tensione nella maggioranza dopo il voto in Abruzzo. Il risultato negativo del M5S (fermo al 19,70%) fa crescere il malumore contro gli alleati della Lega (balzata in avanti con 27,54%). Ed è ancora scontro sulla Tav, con il M5S deciso per il no, mentre il vicepremier Matteo Salvini insiste: si farà. Il premier Giuseppe Conte garantisce “altri 4 anni” alla guida del Paese, precisando che “il dato elettorale in Abruzzo mi sembra abbastanza chiaro, ma questo non cambia nulla per il governo centrale”. Anche Salvini ha voluto rassicurare l’alleato: “M5S abbia nulla da temere”. “Il governo va avanti”, ribadisce Luigi Di Maio annunciando quella che per il Movimento è una vera rivoluzione: “Apriremo alle liste civiche” alle prossime amministrative “e lanceremo il nuovo M5S 2.0”. “È innegabile – ammette il leader grillino – che sia colpa nostra se non riusciamo a far capire quanto di buono abbiamo fatto”.

,